Corresponsionne delle spese di manutenzione straordinaria

Paga le spese di manutenzione straordinaria chi è condomino al momento dell’approvazione dei lavori È responsabile della corresponsione delle spese condominiali la persona che era proprietaria al momento dell’approvazione delle stesse, non rilevando la circostanza che questa abbia venduto la propria abitazione prima dell’assemblea di ripartizione delle suddette spese. Questo è quanto stabilito dalla Corte
+ Per saperne di più

Paternità non voluta e risarcimento

D. Se la paternità non è voluta,  ha diritto al risarcimento dalla partner? R. Respinta definitivamente la richiesta presentata da un uomo, colto di sorpresa dalla notizia di essere diventato padre. Evidente la sua responsabilità, consistita nell’avere rapporti sessuali non protetti. E comunque la nascita di un figlio non può essere un danno ingiusto. (Corte
+ Per saperne di più

Inesistenza del credito tra opposizione all’esecuzione e improcedibilità dell’esecuzione

D. Se il Giudice rileva l’inesistenza del credito tra opposizione all’esecuzione e improcedibilità dell’esecuzione: cosa succede? R. Se nell’esercizio del suo potere/dovere il giudice dell’esecuzione rilevi l’inesistenza del credito, deve emettere un provvedimento di improcedibilità (o di estinzione “atipica”) del processo, definendolo; contro di esso è possibile esperire esclusivamente opposizione agli atti esecutivi. Se l’inesistenza
+ Per saperne di più

Azione di simulazione e accettazione dell’eredità

D. L’erede può proporre azione di simulazione anche senza previa accettazione dell’eredità? R. Se l’erede agisce per far dichiarare la simulazione di un atto di disposizione patrimoniale del de cuius, visto che l’azione è diretta all’accertamento del negozio dissimulato e quindi al legittimario di recuperare alla massa ereditaria i beni donati, mai usciti dal patrimonio
+ Per saperne di più

Immissioni acustiche e risarcimento

D. Si ha diritto al risarcimento in caso di impianto di aerazione rumoroso? R. A dare il ‘la’ alla vicenda sono state le lamentele di una famiglia. Le rilevazioni dell’Arpac inchiodano la donna. Eccessivo e fastidioso il rumore prodotto dall’impianto presente nel locale. (Corte di Cassazione, sez. III Penale, sentenza n. 31279/17; depositata il 22
+ Per saperne di più

Condominio e spese di maanutenzione straordinaria

D. È obbligato a contribuire alle spese di manutenzione straordinaria chi è condomino al momento dell’approvazione dei lavori? R. Il principio espresso dalla sentenza della VI Sezione Civile della Corte di Cassazione afferma che è responsabile della corresponsione delle spese condominiali la persona che era proprietaria al momento dell’approvazione delle stesse, non rilevando la circostanza
+ Per saperne di più

Condominio e alloggio del portiere

D. L’alloggio adibito a portineria condominiale è un bene comune? R. Il vincolo della destinazione all’uso comune degli alloggi adibiti a portineria deve nascere da un’espressa disposizione normativa al momento della costituzione del condominio, essendo in caso contrario esclusi dal regime di comproprietà. (Corte di Cassazione, sez. II Civile, sentenza n. 14796/17; depositata il 14
+ Per saperne di più

Condominio e natura dei beni comuni

D. Può il condomino alterare la natura di beni comuni del cortile e del vano scala? R. Relativamente all’elencazione, esemplificativa e non tassativa, prevista dall’art. 1117 c.c. dei beni che si presumono comuni, la Cassazione ha qui precisato che tale presunzione non opera con riguardo ai beni che per le caratteristiche strutturali devono ritenersi destinati
+ Per saperne di più

Fecondazione assistita e rapporti mamme-figli

D. E’ riconosciuto in Italia il rapporto tra due mamme e il figlio? R. Comune obbligato a trascrivere l’atto di nascita che sancisce il legame tra le due donne e il bambino. Una è la madre biologica, l’altra è la sua compagna: la gravidanza è stata frutto di un progetto condiviso. (Corte di Cassazione, sez.
+ Per saperne di più

Condominio e principio di parziarietà delle obbligazioni condominiali

La Cassazione riafferma il principio di parziarietà delle obbligazioni condominiali Il terzo creditore può agire nei confronti del condomino moroso per ottenerne il pagamento della rispettiva quota di partecipazione alla spesa, ma sempre che e fintanto che questa sia inadempiuta. Presupposto per l’azione diretta portata dal terzo creditore nei confronti del singolo condomino è, quindi,
+ Per saperne di più