Successione e lesione di legittima

D. E’ sempre necessario indicare i limiti entro cui è stata lesa la quota di legittima? R. L’atto di citazione non deve necessariamente indicare i limiti entro i quali sarebbe stata lesa la quota di legittima, soprattutto quando questa, in assenza di donazioni ad opera del de cuius, risulta di chiara individuazione. (Corte di Cassazione,
+ Per saperne di più

Messaggi sul cellulare e addebito della separazione

D.Messaggi romantici sul cellulare del marito: la separazione è addebitabile a lui? R. Grazie al telefonino è emersa la relazione extraconiugale intrattenuta dall’uomo. La scoperta fatta dalla moglie ha portato alla separazione. Significativo anche il fatto che l’episodio si sia verificato alcuni anni dopo la riconciliazione.(Corte di Cassazione, sez. I Civile, sentenza n. 5510/17; depositata
+ Per saperne di più

Sicurezza sul lavoro

D.  Se omette di verificare l’idoneità dell’impresa affidataria, il committente può essere condannato? R. Le misure generali di tutela della salute e sicurezza sul lavoro, impongono una valutazione preventiva e l’eliminazione dei rischi che possono derivare dai lavori da eseguire, ponendo a carico del committente, sin dalla fase di progettazione dell’opera, l’obbligo di verificare, anche
+ Per saperne di più

Mancata impugnazione del verbale di accertamento

D. La mancata impugnazione del verbale di accertamento comporta l’irretrattabilità del credito? R. Nel caso in cui una cartella esattoriale per crediti da infrazione del cds venga notificata al destinatario e quest’ultimo non la impugni, non può poi pretendere «di recuperare la tutela omessa per la libera scelta della condotta processuale». (Corte di Cassazione, sez.
+ Per saperne di più

Violenza contro le donne: condannata l’Italia

L’inerzia dell’Italia nella protezione delle donne vittime di violenza è una discriminazione Dura condanna della CEDU in un caso di gravi e ripetute violenze domestiche contro la moglie ed i figli. L’Italia, sottostimandole, non considerando la peculiare vulnerabilità psico-fisica, morale e materiale della vittima, restando inerte ha creato un contesto d’impunità a favore dell’uomo. Questa
+ Per saperne di più

Privacy e Yahoo

Il Garante Privacy colpisce Yahoo! Nella newsletter n. n. 425/2017 del Garante per la protezione dei dati personali vi sono le questioni relative all’illecita diffusione sul web di informazioni non aggiornate e inesatte da parte di Yahoo! e quella dei dati personali da parte di una società erogatrice di servizi idrici. Non solo, viene comunicata
+ Per saperne di più

Rapporti tra i coniugi

D. Può essere condannato il marito che costringe la moglie ad un rapporto brutale? R. La donna è stata costretta a subire fisicamente una situazione innaturale. Irrilevante il fatto che l’episodio sia durato pochi secondi. Evidente la colpevolezza dell’uomo. (Corte di Cassazione, sez. III Penale, sentenza n. 9690/17; depositata il 28 febbraio) NON HAI TROVATO
+ Per saperne di più

Unioni civili e disabilià

Unioni civili e disabilità: istruzioni per i permessi Pubblicata la circolare INPS 27 febbraio 2017 n. 38, che, alla luce della l. n. 76/2016 e della sentenza della Corte Costituzionale n. 213/16 su unioni civili e convivenze di fatto, fornisce istruzioni operative sulla concessione dei permessi ex lege n. 104/1992 e sul congedo straordinario in
+ Per saperne di più

Licenziamento e invalidità

E’ legittimo il licenziamento della dipendente scorretta ma invalida? La dipendente che violi reiteratamente gli obblighi di diligenza e correttezza nell’esecuzione della prestazione lavorativa, anche se affetta da una invalidità parziale, può essere legittimamente licenziata. Questo è quanto stabilito dalla Corte di Cassazione, sezione Lavoro, sentenza n. 4315/2017, depositata il 20 febbraio. Il caso. Una
+ Per saperne di più

Restituzione beni all’ex partner

D. Finita la convivenza, i beni vanno restituiti all’ex partner che ne è proprietario? R. Dopo la fine di una convivenza, c’è da distinguere i beni che sono strettamente connessi alle necessità dei figli e quelli di proprietà dell’ex convivente che ne è il legittimo proprietario e ha diritto alla restituzione. (Corte di Cassazione, sez.
+ Per saperne di più