Magistrati e sanzioni disciplinari

D. Risponde il Magistato in caso di lesione al’onore e al decoro altrui? R. L’offesa recata dal Magistrato all’onore e al decoro altrui ha rilevanza disciplinare perché idonea a incidere sulla credibilità e sull’immagine dell’autore anche qualora la condotta non sia penalmente perseguibile per il difetto della querela o per altre ragioni di fatto, dovendosi
+ Per saperne di più

Legge 104/92 la Corte Costituzionale riconosce i permessi retribuiti al coniuge more uxorio

D. Il convivente more uxorio puó godere dei benefici previsti dalla legge 104/92 per assistenza a conviventi disabili? R. Finalmente si! Si amplia la sfera dei beneficiari per come deciso dalla Consulta. L’ordinanza di rimessione proveniva dal Tribunale di Livorno, sezione lavoro. Decisione Consulta depositata oggi 23 settembre 2016. S.213/2016 del 05/07/2016. Udienza Pubblica del 05/07/2016, Presidente GROSSI,
+ Per saperne di più

Risarcimento danni e prescrizione

D. Diritto al risarcimento: il termine di prescrizione decorre dal momento in cui il danno è riconoscibile? R. Il termine di prescrizione del diritto al risarcimento del danno da responsabilità professionale inizia a decorrere non dal momento in cui la condotta del professionista determina l’evento dannoso, bensì da quello in cui la produzione del danno
+ Per saperne di più

Volontaria esposizione a rischi r risarcimento danni

D. Si tuffa, senza saper nuotare, nel mare agitato: hanno diritto al risarcimento gli eredi? R. La persona che, pur capace di intendere e di volere, si esponga volontariamente ad un rischio grave e percepibile con l’uso dell’ordinaria diligenza, tiene una condotta che costituisce causa esclusiva dei danni eventualmente derivati, e rende irrilevante la condotta
+ Per saperne di più

Comunicazioni di Cancelleria e mandato a più avvocati

D. In caso di mandato a più avvocati: sono sufficienti le comunicazioni di Cancelleria se fatte solo ad uno dei due? R. La nomina di una pluralità di procuratori, indipendentemente dal fatto che sia congiunta o disgiunta, esplica nel lato passivo i suoi pieni effetti rispetto a ciascuno dei nominati procuratori, mentre l’eventuale carattere congiuntivo
+ Per saperne di più

Spese di giustizia ed Equitalia

D. In caso di opposizione alla cartella di pagamento è giustificata la compensazione delle spese? R. La statuizione di compensazione delle spese tra opponente e Equitalia non è giustificata dalla natura del vizi che ha condotto all’accoglimento dell’opposizione alla cartella di pagamento, a fronte del litisconsorzio necessario tra ente impositore e agente della riscossione. (Corte
+ Per saperne di più

Impignorabilità dei beni sottoposti a sequestro conservativo

D. Per fare valere l’impignorabilità dei beni sottoposti a sequestro conservativo occorre attendere l’esecuzione civile? R. Le questioni attinenti alla impignorabilità dei beni sottoposti a sequestro conservativo sono deducibili con la richiesta di riesame e vanno decise dal Tribunale del riesame. (Corte di Cassazione, Sez. Unite Penali, sentenza n. 38670/16; depositata il 16 settembre) NON
+ Per saperne di più

Omesso versamento IVA

D. Reato di omesso versamento IVA: è necessaria la dichiarazione del contribuente? R. Per la configurazione del reato di omesso versamento di IVA, di cui all’art. 10-ter d.lgs. n. 74/2000, è necessario che il debito risulti dalla dichiarazione del contribuente, configurandosi in assenza di questa il reato di cui all’art. 5 d.lgs. cit.. (Corte di
+ Per saperne di più

Sfruttamento della prostituzione

E’ possibile parlare di meretricio inconsapevole? L’atto sessuale diventa atto di prostituzione soltanto se è presente l’elemento retributivo. Di conseguenza, non ricorre la fattispecie di sfruttamento del meretricio nel caso in cui un soggetto si faccia consegnare denaro da un terzo al fine di procurargli incontri sessuali con una donna che, però, è ignara delle
+ Per saperne di più

Risarcimento al cliente

D. Il professionista è sempre coperto dall’assicurazione in caso di risarcimento al cliente? R. In vigore il contratto relativo al rischio legato all’attività professionale. Decisivo però il mancato rispetto della clausola secondo cui la richiesta risarcitoria da parte del danneggiato doveva manifestarsi nel periodo di vigenza del contratto. (Tribunale di Bologna, sez. II Civile, sentenza
+ Per saperne di più