Bolletta telefonica e IVA

D. Spese di spedizione della bolletta telefonica: è legittima l’applicazione dell’IVA? R. Le spese di spedizione della fattura telefonica riguardano l’esecuzione della prestazione dedotta in contratto, facendo così parte della base imponibile soggetta ad IVA ex art. 13 d.P.R. 633/72. A nulla rileva quindi che tali spese siano affrontate dalla compagnia in regime di esenzione
+ Per saperne di più

Risoluzione e omesso esame di un fatto storico

D. Come e quando è possibile denunciare il vizio di omesso esame di un fatto storico? R. L’art. 360, comma 1, n. 5, c.p.c., come riformulato dall’art. 54 d.l. n. 83/2012, convertito in legge n. 134/2012, ha introdotto nell’ordinamento un vizio specifico denunciabile per cassazione, relativo all’omesso esame di un fatto storico, principale o secondario,
+ Per saperne di più

Omessa notifica della cartella di pagamento

D. Omessa notifica della cartella di pagamento: responsabilità dell’esattore o dell’ente impositore? R. La Corte di Cassazione chiarisce la differenza tra i rapporti interni e quelli esterni tra esattore ed ente impositore nel caso di omessa notifica della cartella di pagamento. (Corte di Cassazione, sez. VI Civile – 2, sentenza n. 17501/16; depositata il 1°
+ Per saperne di più

Condominio e mediazione

Il Condominio non aderisce alla mediazione facoltativa: deve risarcire chi l’ha convocato? Se l’attore convoca il Condominio in mediazione, pur non rientrando nelle materie per le quali questa procedura è obbligatoria, per ragioni di mera opportunità e questi non aderisce all’invito, anzi la ostacola, facendola fallire, allora dovrà risarcire all’attore, a titolo di maggior danno
+ Per saperne di più

RIFORMA PROCESSO CIVILE

D. Varato decreto dal C.D.M. su riforma processo civile e altro? R. Si è riunito, martedì 30 agosto 2016, il Consiglio dei Ministri che ha approvato il decreto legge contenente misure urgenti per la definizione del contenzioso pendente dinanzi alla Corte di Cassazione, per garantire l’efficienza degli uffici giudiziari mediante interventi di carattere organizzativo e
+ Per saperne di più

Prestazioni sessuali in videoconferenza

Le prestazioni sessuali eseguite in videoconferenza sono atti di prostituzione? Le prestazioni sessuali eseguite in videoconferenza, in modo da consentire al fruitore delle stesse di interagire in via diretta ed immediata con chi esegue la prestazione, con la possibilità di richiedere il compimento di atti sessuali determinati, assume valore di atto di prostituzione e configura
+ Per saperne di più

Attestazione di conformità irregolare

D. Attestazione di conformità irregolare: è nullo l’atto notificato via PEC se non c’è lesione del diritto di difesa? R. È un’interpretazione eccessivamente formalistica, secondo la Corte d’appello di Milano, quella che ritiene nulli gli atti processuali in conseguenza di qualsiasi violazione della disciplina della notifica a mezzo PEC. (Corte d’appello di Milano, sez. IV
+ Per saperne di più

Sostanze stupefacenti in auto

D. Beccato con 58 grammi di cocaina in auto: lo spaccio è catalogato come “fatto lieve”? R. Inequivocabile il dato relativo alla droga rinvenuta dalle forze dell’ordine nell’automobile. Ciò nonostante, è possibile catalogare come “fatto lieve” la condotta dell’uomo finito sotto accusa per spaccio. Per i giudici rilevante anche il confezionamento: la cocaina era contenuta
+ Per saperne di più

Induzione indebita tentata

D. Induzione indebita tentata: il vantaggio illecito del privato è necessario? R. Il tentativo di induzione indebita non richiede, per il suo perfezionamento, che il privato abbia conseguito un indebito vantaggio, in quanto detto elemento appartiene alla sola forma consumata della suddetta ipotesi delittuosa. (Corte di Cassazione, sez. VI Penale, sentenza n. 35271/16; depositata il
+ Per saperne di più

Impedimento dell’avvocato e istanza di rinvio

D. Se il difensore è ammalato, il Giudice può accogliere la richiesta di  rinvio del giudizio se l’impedimento non è documentato? R. È legittimo il provvedimento con cui il giudice non accolga una richiesta di rinvio per impedimento documentato da un certificato medico che si limiti ad attestare l’infermità con esiti febbrili, senza indicare la
+ Per saperne di più