Benefici e pensioni

D. Benefici pensioni: nuova procedura web per recupero oneri? R. Si! L’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale comunica che, a decorrere dal 5 settembre 2016, verrà avviato il recupero delle quote, anticipate dall’Istituto stesso e non ancora richieste per benefici concessi in sede di pensione ai sensi della l. n. 336/70 e per miglioramenti contrattuali. NON
+ Per saperne di più

Autrostrade Spa e risarcimento danni

D. Automobilista urta sbarra difettosa del telepass: l’Autostrade s.p.a. è costretta a risarcire? R. Un automobilista subisce un danno alla propria autovettura in conseguenza del difettoso funzionamento della sbarra di cadenza veicoli apposta in una pista di accesso all’autostrada riservata agli utenti del servizio telepass: la società Autostrade per l’Italia viene condannata a risarcirlo. (Corte
+ Per saperne di più

Buca nella strada e responsabilità del Comune

D. Donna cade a causa di una buca in strada: la responsabilità è del Comune? R. Agli enti pubblici proprietari di strade aperte al pubblico transito è applicabile l’art. 2051 c.c., in riferimento alle situazioni di pericolo immanentemente connesse alla struttura o alle pertinenze della strada. Per ottenere l’esonero dalla responsabilità, il custode deve provare
+ Per saperne di più

Detrazioni fiscali e ristrutturazione

Anche il convivente di fatto accede alla detrazione per le ristrutturazioni L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato, nella giornata del 28 luglio 2016, la risoluzione 64/E con la quale è stato dato il via libera alla detrazione delle spese per lavori di ristrutturazione sostenute dal convivente more uxorio. NON HAI TROVATO LA SOLUZIONE AL TUO CASO? ENTRA
+ Per saperne di più

Richiesta di denaro e stalking

La petulante richiesta di denaro del figlio ai genitori è stalking. Secondo la Corte di Cassazione, sez. V Penale, sentenza n. 29705/2016, depositata il 13 luglio, la petulante richiesta di denaro da parte del figlio ai genitori integra il reato di cui all’art. 612-bis del codice penale “stalking” e, conseguentemente, la sua condanna è inevitabile.
+ Per saperne di più

Getto pericoloso di cose e Condominio

Condominio: chi brucia plastica turbando i vicini commette reato Chi brucia plastica provocando emissioni di fumi maleodoranti e fastidiosi che turbano il vicinato incorre nel reato di cui all’art. 674 del codice penale rubricato “Getto pericoloso di cose”; tale reato ha carattere istantaneo e solo eventualmente permanente, ovvero anche il compimento di un solo atto,
+ Per saperne di più

RISARCIMENTO DANNI

D. Tappeto non segnalato, un ragazzo inciampa e finisce a terra: caduta frutto di disattenzione, danno risarcibile? R. No! Respinta la richiesta di risarcimento. Esclusa la responsabilità della società proprietaria della struttura sportiva dove si è verificato l’incidente. Il capitombolo, difatti, è stato provocato, secondo i giudici, dal comportamento superficiale tenuto dal ragazzo. (Corte di Cassazione,
+ Per saperne di più

PUNTI DELLA PATENTE ESAURITI

D. Il conducente che esaurisce i crediti torna sui banchi di scuola? R. Si! Chi resta senza punti patente e riceve l’invito per sottoporsi tempestivamente agli esami di revisione della licenza o della patente professionale non deve trascurare l’intimazione per non perdere definitivamente l’idoneità alla guida. Superato l’esame di teoria l’aspirante pilota potrà poi ottenere
+ Per saperne di più

MERCE CONTRAFFATTA E PUNIBILITA’

D. Merce in vendita in strada, mere analogie con marchi noti: ‘vu cumprà’ non punibile oppure si? R. Azzerata la condanna a quattro mesi di reclusione e 2mila euro di multa decisa in appello. I prodotti offerti dal venditore senegalese e sequestrati dalla Guardia di Finanza appaiono solo analoghi, e in modo grossolano, a marchi
+ Per saperne di più

Impugnazione e nullità della delibera

D. La nullità derivata di una delibera incide sui termini per l’impugnabilità? R. L’azione diretta a far valere la nullità di una delibera di aumento di capitale, successiva ad una delibera di riduzione di capitale per perdite – dichiarata nulla con statuizione coperta da giudicato -, resta soggetta al termine perentorio di 180 giorni stabilito
+ Per saperne di più