Assenze dipese dal datore di lavoro

D. Si devono calcolare le assenze del lavoratore se queste dipendono dal datore di lavoro? R. Le assenze del lavoratore per malattia non giustificano il recesso del datore di lavoro se l’infermità dipende dalla nocività delle mansioni o dell’ambiente di lavoro che non siano state eliminate o prevenute da parte dello stesso datore. Pertanto, se
+ Per saperne di più

Equa riparazione e computo del termine

D. Irragionevole durata del processo: si computa anche il periodo in cui il ricorrente era minorenne? R. Con il caso prospettato, la Corte ha avuto modo di esprimere il principio di diritto secondo il quale, nel calcolo del periodo temporale per il risarcimento non patrimoniale da irragionevole durata del processo, va computato anche il periodo
+ Per saperne di più

Riparto di giurisdizione tra giudice ordinario e quello amministrativo

D. Riparto di giurisdizione tra giudice ordinario e amministrativo: quali gli elementi scriminanti? R. Le Sezioni Unite della Cassazione si esprimono in relazione al riparto di giurisdizione tra giudice ordinario e amministrativo. Il rapporto di lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni e l’assenza di impugnazione di atti macro-organizzativi comportano la sussistenza della giurisdizione ordinaria. (Corte
+ Per saperne di più

Ampliamento volumetrico e distanze legali

Se c’è ampliamento volumetrico è “nuova costruzione” Se è stato effettuato un aumento volumetrico non si può parlare né di ristrutturazione né di ricostruzione, bensì di nuova costruzione, e in quanto tale deve sottostare alla normativa sulle distanze vigente al momento dell’edificazione. Questo è quanto stabilito dalla Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza n.
+ Per saperne di più

Spese di lite e interpretazione della norma

D. Se il Giudice sbaglia nell’interpretare una norma è corretta la compensazione delle spese del giudizio? R. Se il capo della sentenza riformato è dovuto a un errore interpretativo del Magistrato e la parte è rimasta contumace è corretta la decisione di compensare le spese di lite. (Corte di Cassazione, sez. VI Civile – 3,
+ Per saperne di più

Diritto comunitario e ne bis in idem

D. Ne bis in idem: un sospettato può essere nuovamente sottoposto a indagini? R. Occorre tuttavia che le precedenti indagini condotte in un altro Stato siano state concluse senza un’istruzione approfondita; con la precisazione che la mancata audizione della vittima e di un eventuale testimone costituisce, secondo la Corte, un indizio della mancanza di una
+ Per saperne di più

Processo Amministativo Telematico

Il rinvio del PAT, il primo codice di giustizia contabile, una difesa rafforzata nel processo penale … … è stato un cdm “ricco” quello che si è svolto nella serata di giovedì 30 giugno scorso. Per cominciare, è stato approvato il d.l. n. 117/16 che proroga di sei mesi, dal 1° luglio 2016 al 1°
+ Per saperne di più

Valutazione della condotta dell’avvocato

D. Per la condanna penale di un avvocato, la valutazione della condotta “irreprensibile” spetta al COA? R. Il CNF in qualità di Giudice del rinvio afferma che la valutazione del requisito della condotta irreprensibile, necessario ai fini della iscrizione all’albo avvocati, va compiuta dal COA in modo autonomo e indipendente anche dall’esito del procedimento penale
+ Per saperne di più

Impugnazione e scadenza dei termini

D. E’ inammissibile il ricorso di un avvocato per scadenza dei termini d’impugnazione? R. E’ inammissibile in quanto tardivo l’appello proposto oltre il termine di legge (nella specie, 20 giorni dalla notifica della decisione ex art. 50 R.dl. n. 1578/1933, applicabile ratione temporis), giacché i termini per la impugnazione delle decisioni sono perentori e non
+ Per saperne di più

Sinistro stradale e prova dell’esclusione di corresponsabilità

D. Chi riporta danni in un incidente stradale deve comunque provare l’esclusione di corresponsabilità? R. In tema di responsabilità derivante da circolazione stradale, nel caso di scontro tra i veicoli, ove il giudice abbia accertato la colpa di uno dei conducenti, non può, per ciò solo, ritenere superata la presunzione, posta a carico anche dell’altra
+ Per saperne di più