Mediazione obbigatoria in caso di opposizione a decreto ingiuntivo

D. Chi ha l’obbligo di attivare la mediazione civile in caso di opposizione a  decreto ingiuntivo?  R.  Si consolida il fronte giurisprudenziale secondo cui, in sede di opposizione a decreto ingiuntivo, l’onere di attivare il procedimento di mediazione spetta all’attore in senso sostanziale e, cioè, al creditore ingiungente.(Tribunale di Busto Arsizio, sez. III Civile, sentenza
+ Per saperne di più

Criteri di applicazione della legittima difesa

D. Quali i criteri per l’applicazione dell’esimente della legittima difesa? R.  La Suprema Corte ritorna sull’attualità del pericolo che rende legittima la reazione dell’agente, anche nella forma c.d. putativa. (Corte di Cassazione, sez. I Penale, sentenza n. 17121/16; depositata il 26 aprile) NON HAI TROVATO LA SOLUZIONE AL TUO CASO? ENTRA IN CHAT CON UN NOSTRO
+ Per saperne di più

Responsabilità contrattuale o extracontrattuale

D. Un minore si chiude la mano nella porta del bagno: responsabilità contrattuale o extracontrattuale? R. Se la parte che agisce in via risarcitoria deduce a sostegno della propria domanda fatti che possono indifferentemente comportare responsabilità contrattuale ed extracontrattuale, il suo esclusivo riferimento alle norme sulla responsabilità extracontrattuale non impedisce al giudice di qualificare diversamente
+ Per saperne di più

Danno biologico e applicazioni delle tabelle milanesi

D. Se si vuole l’applicazione delle tabelle milanesi, si devono allegare? R. Le tabelle milanesi sono da considerare come parametro ai fini della valutazione equitativa del danno biologico. Se però il giudice del merito applica altre tabelle, l’eventuale differenza nella liquidazione del danno può essere richiesta in sede di legittimità con l’invocazione della violazione di
+ Per saperne di più

Diffamazione o diritto di critica

D. E’ diffamatorio accusare di “parzialità” l’esercente di pubbliche funzioni? R. No. Purché gli epiteti utilizzati non debordino i limiti di continenza del diritto di critica che consente di scriminare il reato. (Corte di Cassazione, sez. V Penale, sentenza n. 16679/16; depositata il 21 aprile) NON HAI TROVATO LA SOLUZIONE AL TUO CASO? ENTRA IN CHAT
+ Per saperne di più

Luci e vedute

 Affinché sussista una veduta, a norma dell’art. 900 c.c., è necessario, oltre al requisito della inspectio, anche quello della prospectio, dovendo detta apertura non solo consentire di vedere e guardare frontalmente, ma anche di affacciarsi, vale a dire di guardare non solo di fronte, ma anche obliquamente e lateralmente, così assoggettando il fondo alieno ad
+ Per saperne di più

Consegna del plico all’ufficiale giudiziario nei termini di legge

D. La notifica è tempestiva con la consegna del plico all’ufficiale giudiziario entro il termine di legge? R. La notifica di un atto processuale si intende perfezionata per il notificante, al momento della consegna del medesimo all’ufficiale giudiziario – la tempestività della notifica esige che la consegna della copia dell’atto per la notifica venga effettuata
+ Per saperne di più

Stipulazione del contratto e circonvenzione di incapace

D. È nullo il contratto stipulato per effetto del reato di circonvenzione d’incapace? R.  Nel caso in cui la stipulazione di un negozio giuridico costituisca effetto diretto della consumazione del reato di circonvenzione di incapace, ravvisandosi una violazione di norme di ordine pubblico, l’atto deve essere dichiarato radicalmente nullo per violazione di norme imperative. (Corte
+ Per saperne di più

Notificazioni a mezzo fax

D. E’ ammissibile la notifica a mezzo fax se idonea a comunicare l’atto difensivo?   R. L’art. 15 l.fall. consente al presidente del Tribunale, in presenza di particolari ragioni d’urgenza, non solo di abbreviare i termini di convocazione del debitore ma anche di disporre che il ricorso ed il decreto di fissazione dell’udienza siano portati
+ Per saperne di più

Tutela della c.d. “secondary meaning”

D. Quando va tutelata  l’affermazione di un marchio che non è un marchio? R. In tema di marchio, la tutela della c.d. “secondary meaning”, si riferisce ai casi in cui un segno, originariamente sprovvisto di capacità distintive per genericità, mera descrittività o mancanza di originalità, acquisti in seguito tali capacità, in conseguenza del consolidarsi del
+ Per saperne di più