Crisi da Sovraindebitamento e pocedura

D. Composizione delle crisi da Sovraindebitamento qual’è la procedura e chi ne puó usufruire? R. Il Tibunale di Torino ha pubblicato una interessantissima scheda aggiornata che indica ai debitori la procedura e gli adempimenti per potersi tutelarsi dalle pretese eccessive dei creditori. Nel primo commento abbiamo riportato il contenuto della scheda con il link di
+ Per saperne di più

Rapine a mano armata e risarcimento del danno

D. Sicurezza carente, rapine a mano armata all’ufficio postale: risarcito dall’azienda il direttore? R. Si, direttore risarcito. Primo episodio a luglio 1995. Tre anni dopo stessa drammatica situazione. In quell’arco temporale l’azienda non ha reagito in maniera efficace, cioè non ha provveduto ad attrezzare la struttura con adeguate misure di sicurezza. Insufficienti le inferriate alle
+ Per saperne di più

Remissione del debito

D. Remissione del debito: semplice condotta regolare o effettiva partecipazione all’opera di rieducazione? R. Il beneficio della remissione del debito, relativo alle spese di giustizia e di mantenimento in carcere, (art. 6, comma 2, d.P.R. n. 115/2002) può essere concesso al condannato che versi in condizioni economiche disagiate, qualora il medesimo abbia, in istituto, tenuto
+ Per saperne di più

Le copie informatiche degli atti trasmessi a mezzo PEC equivalgono all’originale

D. La copia trasmessa a mezzo PEC dalla cancelleria equivale all’originale? R. Si! Ai sensi dell’art. 16–bis, comma 9–bis, della normativa di cui sopra, le copie informatiche degli atti del procedimento (di parte, degli ausiliari del giudice, o di quest’ultimo), contenuti nei fascicoli informatici ovvero trasmessi insieme alle comunicazioni telematiche, devono ritenersi equivalenti all’originale, anche
+ Per saperne di più

Assegni bancari non trasferibili

D. Assegno non trasferibile pagato al falso prenditore: quale responsabilità per la banca? R. La responsabilità della banca per il pagamento di un assegno non trasferibile a persona diversa dal prenditore prescinde da qualsiasi addebito di colpa. (Corte di Cassazione, sez. I Civile, sentenza n. 3405/16; depositata il 22 febbraio)   NON HAI TROVATO LA
+ Per saperne di più

Reperibilità in caso di malattia

D. Niente malattia al malato che riesce a percorrere Reggio Calabria – Trento? R. L’obbligo di reperibilità alla visita medica di controllo dell’INPS comporta che l’allontanamento dall’abitazione, indicata all’ente previdenziale quale luogo di permanenza durante la malattia sia giustificato solo quando tempestivamente comunicato agli organi di controllo. (Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 3294/16;
+ Per saperne di più

Start Up innovative

D. Start Up innovative, costituzione senza notaio? R. Finalmente si! Dopo che i Notai, per la stragande maggioranza, si erano resi “latitanti” il Ministero dello Sviluppo Economico ha firmato un decreto, ancora da emanarsi, che dà il via libera alla costituzione e alla modifica delle Start Up innovative mediante un modello standard tipizzato con firma
+ Per saperne di più

Associazioni del consumatore

D. Associazioni del consumatore, legittimazione ad agire in giudizio: la parola alle Sezioni Unite della Cassazione? R. La non univocità degli orientamenti giurisprudenziali e delle tesi di dottrina, oltre il rilievo socio economico della questione, inducono la Prima sezione della Cassazione a rimettere al Presidente, come questione di massima importanza, quella relativa all’ammissibilità o meno
+ Per saperne di più

Collocamento minore in caso di separazione

D. Minore collocato dalla madre perché maggiormente in grado di garantire il diritto alla bigenitorialità? R. A fronte delle buone competenze genitoriali di entrambi, il minore viene collocato dal genitore che meglio garantisce il rispetto dell’altro genitore ed il mantenimento dei rapporti con quest’ultimo e di conseguenza il più equilibrato sviluppo psico-fisco del minore. (Corte
+ Per saperne di più

Legge Pinto e processi

D. I procedimenti regolati dalla legge Pinto devono essere più rapidi dei processi ordinari? R. Si! La previsione contenuta nella legge Pinto, secondo cui è ragionevole la durata di tre anni per i processi di primo grado, è incostituzionale nella parte in cui si applica anche ai procedimenti di primo grado regolati dalla medesima legge,
+ Per saperne di più